Ambiente

Allarme siccità: estate 2017, la più arida dal 1800

venerdì 8 settembre 2017

Sulla base dei dati inviati dai satelliti dell'Esa, il deficit idrico supera il 40%. Colpa delle scarse precipitazioni e dell'eccessivo caldo.

La stagione estiva 2017 è stata una delle più calde e siccitose di sempre, sia a livello locale,
su tutto il territorio salentino, sia a livello dell'intero territorio nazionale, dove il deficit idrico medio supera il 40%, etichettando in questo modo il trimestre estivo 2017 come il quarto più secco di sempre in Italia dal 1800 ad oggi.

Un'ulteriore conferma in tal senso viene dal set di dati inviati dai satelliti del programma Copernicus gestito dall'Agenzia Spaziale Italiana (ESA), equipaggiati con opportuni radar a bordo per la misura del contenuto d'acqua del terreno. Infatti, tali dati, elaborati dall'Università Tecnologica di Vienna e dall'azienda olandese VanderSat nell'ambito dell'ESA’s Soil Moisture CCI project, mostrano una generale diminuzione del contenuto medio d'acqua dei terreni italiani: in parole povere, il suolo italiano, complice le scarse precipitazioni e le temperature sempre più elevate, sta diventano sempre più arido.
In particolare, un picco è stato raggiunto recentemente, nei primi 10 giorni d'agosto, quando eravamo alle prese con la più cruenta onda di calore di stampo nord-africano della stagione: in quei giorni l'anomalia ha infatti raggiunto picchi anche oltre il -6% in alcune zone di Italia, 
Salento incluso.

Fonte: supermeteo

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
19/09/2017
Avviata la selezione per l'assunzione di nuovi agenti fitosanitari per il monitoraggio ...
Ambiente
09/09/2017
Le informazioni dell'azienda sulla nuova raccolta rifiuti ai cittadini di Squinzano e ...
Ambiente
07/09/2017
Uno studio del Laboratorio Aerosol&Clima ...
Ambiente
06/06/2017
Monteco in veste ufficiosa sulla Lecce-Gallipoli e ...